La vita di un uomo d’affari…

Oggi lo zio di Valentin, il ragazzo di Chiara, mi ha preso con sé nei vari giri che fa nella capitale. Ha moltissimi contatti, tantissime conoscenze e fa diverse attività commerciali e immobiliari. Non ha un lavoro fisso ma coglie al volo ogni opportunità per fare affari. Così ho potuto conoscere la città da un punto di vista molto particolare. Siamo stati anche in periferia nella zona tra la capitale e il nuovo aeroporto regionale internazionale (guardate su youtube) in costruzione a circa 30km che dovrebbe aprire l’anno prossimo. Si prevede che questa zona conoscerà un grande sviluppo urbanistico, come tutta la capitale, d’altronde. Attualmente ci sono solo strade sterrate, tanti campi, e molte persone a piedi o con le biciclette cariche di merci. Si prevede che le strade saranno asfaltate e i quartieri organizzati. Quindi ottime opportunità per fare investimenti immobiliari.

Il terreno di papà Prince

Casa in costruzione accanto al terreno di papà Prince

Casa in costruzione sulla stessa strada sterrata

Trasporto di banane in bicicletta

Chiara continua il suo tirocinio in ospedale, oggi aveva dei seminari su disturbi intestinali e sulla gravidanza.

Stasera siamo stati da un amico dello zio che ci ha accolti molto bene e abbiamo mangiato un piatto tipico di qua. È stato una bella serata con una chiacchierata molto interessante. L’uomo nel 1995 è fuggito dal Ruanda e ha fatto un viaggio di un anno a piedi attraversando la foresta tropicale del Congo andando in Congo Brazzaville e finendo in Gabon. Da lì è stato rimpatriato in aereo nel Ruanda. Adesso ha una grande responsabilità per le infrastrutture del quartiere. Ha una bella famiglia con quattro figli piccoli. Abbiamo e stiamo conoscendo il paese dal di dentro. Una grande fortuna vedere tutto questo dinamismo e fiducia e speranza nel futuro.

Joseph, cugino di papà Prince sia da parte materna che da parte paterna

Cena tipica con riso, carne, banana, pomodoro, patate, manioca fresca

Domani, giovedì, è festa della liberazione, a 25 anni dal genocidio, quindi è vacanza. Vedremo il defilè militare in televisione visto che le strade saranno affollatissime e controllatissime. Militari e polizia dappertutto per motivi di sicurezza. Visita di 7 capi di Stato stranieri. Ieri si è sposata la figlia del Presidente in comune e sabato si sposa in chiesa. Una settimana di eventi per il paese.

La sera partirò per Nyundo. Il vescovo mi aspetta e lo posso accompagnare nei viaggi che ha in programma venerdì e sabato con una ordinazione sacerdotale.

In Ruanda circolano soprattutto macchine giapponesi o comunque asiatici, tranne per le macchine di lusso. Le macchine di seconda mano vengono per la maggior parte dal Belgio e ne portano ancora i segni (questa macchina viene da Garage St-Martinus in Zemst-Weerde)

This entry was posted in Ruanda. Bookmark the permalink.

7 Responses to "La vita di un uomo d’affari…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*